La storia del Gruppo Sportivo Dilentantistico MOMBOCAR

 

Il Gruppo Sportivo Dilettantistico MOMBOCAR nasce nella primavera del 1973 per iniziativa di 4 neo-podisti, Luigi Alverà, i fratelli Giancarlo e Tiziano Fittà ed Ettore Ghezzer. I 4 soci fondatori avevano infatti partecipato alla fine del 1972 alle primissime non-competitive che si disputavano nel Veronese con le maglie del Gruppo marciatori Mondadori di Verona.

Al nuovo sodalizio fu immediatamente attribuito il nome di “Gruppo Sportivo Mombocar”, prendendo spunto dal nome del primo Sponsor, appunto la ditta Mombocar, una azienda di commercio all’ingrosso - ora cessata – di articoli farmaceutici. Quella ditta era appunto di proprietà di tre dei quattro amici fondatori del gruppo sportivo. Il nome della ditta in verità era stato assegnato dai precedenti proprietari, che avevano formato il nome della azienda con le iniziali dei loro cognomi: Monti, Bonazzi e Carattoni.

Fu subito evidente lo spirito che animava i componenti di quel primo direttivo. In primis, si adoperò per fondare con altri gruppi Podistici l’Unione Marciatori Veronesi, che da 25 anni promuove e coordina molte non-competitive della provincia di Verona. Nell’occasione furono affidati al G.S. Mombocar gli incarichi prestigiosi di Vice-Presidente e Segretario (Adriano Fittà e Eddo Foroni). Ben presto aderì alle manifestazioni organizzate dal Centro Sportivo Italiano e poco tempo dopo alle gare della Federazione (FIDAL).

Nel 1974 organizzò la prima Sgambada de San Giuseppe, manifestazione podistica agonistica e non, che attirò subito le grandi partecipazioni di massa e dei big dell’epoca, come Gianni Poli vincitore della Maratona di New York, l’olimpionico Gelindo Bordin, in beniamino di casa Loris Pimazzoni, il nazionale Mario Binato, la primatista nazionale dell’ora Silvana Cruciata, la trentina Cristina Tomasini e tanti altri. Era il 19 marzo del 1974. La partenza e l’arrivo furono fissate in Piazza Isolo. Fu un successone, attirando agonisti e amatori, da una parte gli specialisti delle lunghe distanze dell’Atletica Leggera e dall’altra intere famiglie di sportivi desiderosi di trascorrere la Domenica mattina in mezzo al verde delle nostre Torricelle. Nel 1977 il gruppo ricevette il riconoscimento ufficiale dall’U.M.V. per il miglior oggetto artistico consegnato nell’anno ai partecipanti delle non-competitive di Verona. Il mini-trofeo era stato ideato dal socio Giancarlo Sempreboni.(leggi l'intero articolo)